Chair 2595311 1280

Negli anni ho notato come le persone si dividano in due grandi gruppi, quando si parla di autunno: c’è chi lo vede come un grande sollievo dopo i mesi di caldo e chi, invece, si immusonisce per via del calo delle ore di luce e l’arrivo dei primi freddi. Ma, indipendentemente da come ciascuno di noi vive l’autunno, soprattutto nelle sue prime settimane, è bene accompagnare il nostro corpo al cambiamento stagionale attraverso qualche attenzione e coccola in più.

Come abbiamo visto in occasione dell’Equinozio di Autunno, in questo periodo è infatti in atto un sostanziale mutamento delle condizioni climatiche e orarie e, conseguentemente, della dimensione vibrazionale del pianeta. Tutto rallenta e volta verso l’introversione e questa è la prima cosa che dobbiamo cercare di fare anche noi in ogni dimensione della nostra esistenza, a partire dal nostro corpo.

Cercate dunque, in autunno, di concedervi qualche momento di riposo in più rispetto a quanto avete fatto nei mesi precedenti, sostituendo qualche ora di attività fisica “intensa” con qualcosa di più tranquillo. Io, ad esempio, sostituisco la corsa con la camminata veloce.

In risposta al cambiamento in natura, anche la variazione dell’alimentazione è altrettanto importante. Portare in tavola i prodotti di stagione (uva, castagne, funghi, zucche, mele, ecc.) aiuta sia il nostro corpo a ricevere le sostanze nutritive specifiche per affrontare al meglio il periodo, sia la nostra mente ad allinearsi al mutamento stagionale. Particolare attenzione va riservata alla colazione, un momento ottimo per consumare la frutta di stagione, soprattutto la più insolita come giuggiole, corbezzoli e corniole. A me, in autunno, piace iniziare la giornata tè profumato, uva fresca e pane al grano saraceno con marmellata di bacche di rosa canina (la ricetta che uso per prepararla la trovate nel mio libro Energia delle Erbe nel capitolo sulla rosa canina), mentre sogno le fughe in montagna del weekend

Se vivete in modo difficoltoso il cambio stagionale, vi suggerisco poi di consultare un bravo erborista per valutare quali erbe adattogene possono fare al caso vostro. E, in qualsiasi caso, il mio consiglio per affrontare l’autunno liberi dai vari malanni e disturbi tipi della stagione è quello di incrementare la vostra assunzione di vitamina C quotidiana.

Infine, se l’aumento dell’umidità atmosferica vi causa irrigidimenti, tensioni e dolori ai muscoli, provate a regalarvi uno – o più! – massaggi. In caso non fosse possibile, provate almeno ad imparare alcune tecniche di automassaggio (esistono diversi libri che le insegnano) e dedicate qualche momento ogni giorno a prendervi cura di voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *