Articolo 5 Foto Principale

Siamo di nuovo in fase di Luna Crescente e il weekend si avvicina. È tempo di dedicarsi al giardinaggio e di affidare alla terra i i vostri semi per la Semina dei Desideri.

Alcuni di voi, nei giorni scorsi, mi hanno chiesto “Che cosa succede se poi i miei semi non crescono?”. Domanda legittima; se affidiamo a dei semi le nostre speranze per il futuro, è lecito volersi assicurare che tutto vada per il meglio.

Se i semi che avete impiegato sono di buona qualità, allora dovreste già avere la garanzia di germinazione (consiglio: cercate sempre confezioni di semenza che riportino questa garanzia).

Ma se volete dare un’ulteriore spinta vibrazionale ai vostri semi, allora vi consiglio di provare a fare con loro questa meditazione prima di sotterrarli.

Chiudete gli occhi, trovate una posizione comoda e focalizzatevi sulla vostra respirazione: inspirate lentamente con il naso, trattenete l’aria per qualche istante, poi, sempre lentamente espirate dalla bocca.

Continuate così finché il ritmo respiratorio non sarà diventato lento e costante, e a ogni respiro vi sentite sempre più quieti e rilassati.  A ogni espirazione percepite che lo stress, le preoccupazioni, i troppi pensieri,.. scivolano via dalla vostra mente; e contemporaneamente anche il vostro corpo si rilassa tensioni, contratture e rigidità vi abbandonano dolcemente. Quando vi sentite pronti, a vostro agio, appoggiate delicatamente le mani sulla ciotola piena di semi che tenete in grembo…

Cominciate ora a lasciare scorrere le vostre dita sui semi contenuti nella vostra ciotola. Accarezzateli e vocalizzate su di essi tutti i vostri sensi, escludendo ogni altro stimolo esterno.

Focalizzate la vostra attenzione sul suono che producono muovendosi, sulla sensazione tattile che vi procurano, sul loro peso e consistenza.

Continuate a concentrarvi sui semi che state toccando e che avete consacrato o consacrerete a Ostara, richiamate alla mente la loro simbologia e cercate di coglierne l’impronta energetica. Potreste percepirla come un dolce tepore che via via si intensifica oppure come un lieve formicolio sotto i palmi o in altri modi ancora….

Godete un poco di questa esperienza, poi iniziate ad immaginare nella vostra mente di interrare i vostri semi nel fertile grembo di Gaia, il nostro pianeta.

Proseguite a immaginare, come se il tempo scorresse più velocemente, i semi mentre assorbono l’umidità della terra e, richiamati alla vita dal potere del Sole, si gonfiano e si aprono, lasciando intravedere un delicato e pallido germoglio.

Con gli occhi della vostra mente, osservate il timido getto aumentare di dimensioni e tendere verso l’alto, verso i raggi solari, fino a fare finalmente capolino fuori dalla terra.

Seguitate ad osservare il germoglio crescere, mettere le prime due foglioline e poi le altre, quelle “vere” dalla forma caratteristica della specie. Lasciate ora scorrere le immagini liberamente, seguendo con lo sguardo il moltiplicarsi delle foglie, l’allungarsi dei fusti e lo sviluppo dei primi boccioli.

Stupitevi nel guardare i fiori aprirsi in tutta la loro delicata bellezza, giungendo al massimo del loro splendore ed attirando a sé vento, insetti e piccoli uccelli.

Osservate i petali raggiungere il loro massimo splendore e via via perdere turgidità ed appassire, mentre nel cuore del fiore, grembo della pianta, il frutti iniziano a svilupparsi, a crescere e a maturare.

Prendetevi ora qualche istante per osservare la scena davanti ai vostri occhi. Attendete che sia nitida e definita, quindi riportate la vostra attenzione sui semi, che ancora state accarezzando, ed immaginate di infondere in essi l’immagine che avete creato.

Potreste percepire una variazione della vibrazione energetica dei semi, segno che essi sono stati effettivamente rinvigoriti dalla vostra meditazione.

Una volta che il vostro intuito vi suggerirà di aver concluso…

Iniziate a muovere piano piano le vostre membra, riprendete totalmente la consapevolezza del vostro corpo e , quando vi sentite pronti, aprite gli occhi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *